piattaforma blockchain

Italy enters the Blockchain era

ENGLISH SYNOPSIS: “Italy has entered the Blockchain era! The future begins now!”. These are the words of the Minister of Work Luigi di Maio, after the italian entrance in the European Blockchain Partnership as the 27th member. “The aim of this international partnership is to create cooperation between the european countries, exchanging experiencies and skills, in order to raise the trust that people have in the Insitutions, and create new working opportunities”. 

L’Italia è appena entrata nell’era della Blockchain! Il futuro inizia ora!”.

Queste le parole del Ministro del Lavoro Luigi Di Maio, a latere della conferenza tenutasi a Bruxelles il 27 settembre, che ha sancito l’entrata dell’Italia nella European Blockchain Partnership. Dopo che l’assenza italiana aveva fatto discutere sin dalla sua fondazione, in quanto “…inspiegabilmente ne era rimasta fuori, almeno fino ad oggi”, per usare le stesse parole del Ministro, il Belpaese diventa finalmente il 27° membro del gruppo.

LE PAROLE DEL MINISTRO

Lo scopo principale della collaborazione tra gli Stati membri – aggiunge il vicepremier – sarà lo scambio di esperienze e competenze in campo tecnico e normativo, soprattutto al fine di promuovere la fiducia degli utenti e la protezione dei dati personali, aiutare a creare nuove opportunità di business e stabilire nuove aree di leadership dell’Ue a beneficio dei cittadini, dei servizi pubblici e delle aziende. A livello regolamentare si tenderà alla creazione di un ambiente flessibile, che rispetti le leggi dell’Unione Europea attraverso chiari modelli amministrativi”.

UNA BLOCKCHAIN EUROPEA

In questo contesto, appare evidentemente necessaria la partecipazione italiana in una Commissione che, fino ad oggi, ha investito circa 80 milioni di euro nella tecnologia emergente, e che ha intenzione di spenderne altri 300 entro il 2020. A livello europeo infatti, la blockchain è permeata su più livelli nella vita di tutti i giorni: se prima era una tecnologia strettamente legata ai Bitcoin e alle criptomonete, adesso è direttamente applicabile alla gestione dello scambio di energia, alla logistica, alla tutela dei dati personali, sanitari e della proprietà intellettuale. Oltre che alla sicurezza dei registri pubblici come catasto o anagrafe.

Il punto focale è la progettazione di una blockchain europea, da sviluppare in concomitanza con i piani del Digital Single Market come base per le infrastrutture pubbliche e private. Se prima era strettamente legata ai mercati finanziari, la sua applicazione al giorno d’oggi può trovare atto in una moltitudine di campi.

UNA FIDUCIA GLOBALE

Cosi come sottolineato dal commissario per l’economia e la società digitale Mariya Gabriel, l’idea è quella di predisporre un sistema che aumenti complessivamente la fiducia dei cittadini europei. Permettendo non solo di avviare una collaborazione sempre più stretta tra i vari stati europei, ma anche di assicurare ad ognuno di noi la protezione dei dati personali, ad oggi sempre più nel mirino degli hacker di tutto il mondo.

In quest’ambito poliedrico e sfaccettato, appare necessaria la creazione di un organo competente che possa essere investito di poteri speciali nel monitoraggio di questa tecnologia emergente. È da quest’idea che nasce il Blockchain Observatory and Forum, con l’auspicio di gettare le basi per un monitoraggio e una comprensione approfondita della blockchain.

IL BLOCKCHAIN OBSERVATORY

Nato come un progetto pilota del Parlamento europeo, l’osservatorio risponde oggi alla direzione generale DG Connect della Commissione Ue, e conta su una serie di partner autorevoli come ConsenSys AG -general contractor-. Tra le prime iniziative impugnate dall’osservatorio troviamo la creazione di una piattaforma di dibattito e condivisione delle conoscenze, con il lancio di una community online, eublockchain.mobilize.io, i cui canali di discussione includono l’innovazione, la Gdpr e le politiche sui dati, i servizi governativi, l’identità, la scalabilità e l’interoperabilità.

NIKE GROUP SI METTE IN GIOCO

NIKE Group aveva già notato le grandi potenzialità di questa tecnologia. Per questo abbiamo creato e sviluppato la nostra blockchain personale, la Notary Blockchain, unica in tutta Italia per completezza è affidabilità. Che si appoggia non su una, ma su ben tre piattaforme diverse: una interna Nike, quella Litecoin e quella Bitcoin. Richiedi un free trial!

Scopri insieme a noi le potenzialità della Blockchain. Perché il futuro ha inizio adesso.

NIKE Group – Discover the RegTech Company –