Infoproviding: le novità di gennaio 2020

Attraverso il quotidiano servizio di Infoproviding, NIKE Group ha rilevato, nel mese di gennaio, per il settore Banking 68 novità normative e 36 tra consultazioni e documenti pre-normativi, per il settore Insurance 67 novità normative e 29 tra consultazioni e documenti pre-normativi.

Banca d’Italia

Con riferimento al settore bancario, a livello nazionale, Banca d’Italia ha posto in consultazione le modifiche alla Parte Prima, Titolo III, Cap. 1 e Titolo IV, Cap. 3 e 6 della Circolare n. 285 del 2013 “Disposizioni di vigilanza per le banche” al fine di recepire gli Orientamenti EBA in materia di gestione del rischio di tasso di interesse derivante da attività diverse dalla negoziazione (IRRBB) e quelli relativi alle prove di stress degli enti. Inoltre, ha pubblicato degli Orientamenti di vigilanza sul rimborso anticipato del credito da parte dei consumatori, con lo scopo di favorire un allineamento della disciplina domestica all’interpretazione dell’art. 16, par. 1 della Direttiva 2008/48/CE.

Gazzetta Ufficiale EU

A livello europeo, si segnala la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Regolamento di esecuzione (UE) 2020/125 modificativo del Regolamento di esecuzione (UE) n. 945/2014, il quale aggiorna l’elenco degli indici azionari pertinenti adeguatamente diversificati di cui all’art. 344 CRR. Inoltre, l’EBA ha posto in consultazione la bozza di RTS sul trattamento delle posizioni non appartenenti al banking book che sono soggette a rischio di cambio o a rischio di posizione in merci e ha pubblicato gli Orientamenti relativi agli obblighi di comunicazione dei dati sulle frodi, ai sensi della PSD2.

IVASS

Con riferimento al settore assicurativo, l’IVASS ha reso nota la Lettera al mercato del 16 gennaio 2020, con cui fornisce un nuovo protocollo per lo scambio di informazioni ai fini di vigilanza, e ha pubblicato una consultazione avente ad oggetto le modifiche al Provvedimento IVASS n. 72/2018, nonché all’allegato 1 al Provvedimento IVASS n. 35/2015, al fine di adeguarsi alle novità introdotte all’art. 134 c. 4-bis del CAP dal Decreto fiscale.

CONSOB

A livello trasversale, nel panorama nazionale, la CONSOB ha avviato una breve consultazione su una proposta di Comunicazione, volta a chiarire le modalità applicative delle nuove norme in materia di quote di genere, contenute nella Legge di bilancio per il 2020 che ha modificato gli artt. 147-ter e 148 del TUF. In seguito all’adozione di tale Comunicazione, è stata avviata una ulteriore consultazione al fine di modificare il Regolamento Emittenti. In materia di Mifid II/Mifir, invece, è stato pubblicato il D.lgs. n. 165/2019 che modifica il D.lgs. 129/2017. Inoltre, è stato reso noto lo Schema di D.lgs. recante norme di attuazione della Direttiva (UE) 2017/1371 relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione mediante il diritto penale, col quale si intende modificare la disciplina dei reati tributari sulla responsabilità amministrativa delle società per i reati commessi dalle persone fisiche nel loro interesse o vantaggio.

Borsa Italiana

Infine, Borsa Italiana ha emanato il nuovo Codice di Corporate Governance.

In Europa

A livello europeo, si segnalano le seguenti pubblicazioni in Gazzetta: i) la Direttiva (UE) 2019/2177 che modifica la Direttiva 2009/138/CE (Solvency II), la Direttiva 2014/65/UE (Mifid II) e la Direttiva (UE) 2015/849, relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo; ii) il Regolamento (UE) 2020/34 che modifica il Regolamento (CE) n. 1126/2008 per quanto riguarda lo IAS 39 e gli IFRS 7 e 9.

ESMA

In conclusione, l’ESMA ha pubblicato gli Orientamenti relativi alle segnalazioni delle SFT ai sensi degli art. 4 e 12 SFTR.