Business woman che parla al telefono dietro un vetro

Le donne di NIKE GROUP

La parità di genere è un obiettivo ancora lontano dall’essere raggiunto in numerose parti del mondo, compresi molti paesi occidentali. Secondo una ricerca di Grant Thornton dedicata a “Woman in Business 2019“, solo il 15% delle aziende al mondo ha un amministratore delegato donna. Nel 2014, il valore osservato del Gender overall earnings gap (indicatore Eurostat che misura l’impatto di guadagni orari, ore retribuite e tasso di occupazione sul reddito medio di uomini e donne in età lavorativa) era del 39,6% nell’Unione europea e del 43,7% in Italia. Anche senza affrontare aspetti sociali e di cronaca purtroppo sempre più alla ribalta, l’elenco delle disparità nel mondo del lavoro potrebbe continuare. Ci sono però anche segnali di miglioramento: il numero delle imprese che contano almeno una donna nel senior management nel 2018 era l’87%, contro il 75% nel 2017. Grazie alla legge 120/2011 (Golfo-Mosca), in Italia la percentuale di donne nei CdA delle società quotate è passata dal 7% del 2010 al 36% del 2018. Qualcosa, lentamente, sembra cambiare.

Le donne di NIKE Group

In NIKE il cambiamento è già avvenuto. Abbiamo il 53% di personale femminile, distribuito uniformemente in tutte le divisioni dell’azienda, ad ogni livello. Le nostre colleghe ricoprono ruoli di primaria importanza: dalla direzione di Business Line, alla responsabilità di servizi vitali come Human Resources o Administration & Finance, alle Senior Manager responsabili di progetti. Il 43% dei nostri Dirigenti e il 57% dei Quadri sono donne.  Nessun “soffitto di cristallo”, a compromettere la meritocrazia di promozioni e trattamenti economici.  Le quote rosa da noi sono una realtà concreta. Anche se non ci piace chiamarle così, perché crediamo che l’equilibrio e la parità di genere dovrebbero essere un risultato logico e naturale, e non da raggiungere con una “quota”.

Madri, padri, famiglie

Le pari opportunità non sono un dovere, quanto un diritto, morale ed umano. Qualcosa che ha un impatto critico sulla vita delle persone, non solo al lavoro. In NIKE poniamo grande attenzione alla genitorialità, lasciando spazio al part time e allo smart working. Per le mamme, ma anche per i papà: perché alla nascita di un figlio, ognuno è chiamato a contribuire allo stesso modo. Poniamo sempre particolare attenzione alle esigenze familiari dei nostri dipendenti, conoscendoci tutti personalmente. Regalando dei fiori per la nascita di una nuova vita. Mandando le nostre condoglianze per la fine di un’altra. Perché per noi, vengono prima le persone.

L’equilibrio

Ma in NIKE la valorizzazione delle diversità si esprime anche in altri aspetti. Ad esempio, siamo una società che conta nel suo organico il 48% di personale under 30. Questo per noi significa equilibrio: saper dare a ognuno gli spazi che merita. Prendendo l’energia e lo slancio innovativo dai giovani, ma non dimenticando l’esperienza e la competenza dei Senior. Rispettando la diversità di tutte le persone. Incoraggiando un ambiente basato sulla fiducia, trasparenza e rispetto di tutti. Creando la possibilità di sentirsi gratificati e apprezzati. Cogliendo il contributo di ogni singolo collega allo sviluppo e al miglioramento della società. Senza distinzioni.

Per noi, quello che conta, è la passione che si mette nel lavoro, che si traduce in qualità per i nostri clienti. Niente di più, niente di meno.

– DISCOVER THE REGTECH COMPANY –